`Sui´

Autore disco:

Coincidenza

Etichetta:

Zufall3177 (I)

Link:

zufall3177.com

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2009

Titoli:

1-21) senza titolo

Durata:

69:45

Con:

Agathe Gizard, Chad Popple, Frank Szardenings, Gastone Lagaffe, Hans Hartmann, Jeff Gburek, Jean Hervé Peròn, Mat Pogo, Peter Schlewinski, Jd Zazie, der Himmel

improvvisazioni preziose

x Alfredo Rastelli

Giunge al secondo disco il progetto “Coincidenza”, ideato dall’etichetta romana Zufall3177, il cui esordio si era prefisso lo scopo di fotografare lo ‘stato dell’arte’ del circuito impro capitolino. “Sui” invece ci traghetta a Berlino e coinvolge una serie di artisti di diversa estrazione geografica (ma di stanza, o anche solo di passaggio, a Berlino), con lo stesso intento ovvero quello di produrre improvvisazioni che “catturino l’essenza della musica”. C’è anche un pezzo di Italia in questo disco, nelle persone di JD Zazie e di Mat Pogo che ha l’onore di aprire le danze in compagnia di Agathe Gizard (voce e violino) e dell’intramontabile Jean-Hervé Peròn (voce e strumentazione varia); i tre mettono insieme una spora di folk alieno, stralunato e teatrale, da annoverare tra i piccoli capolavori di arte musicale. Sullo stesso piano si inserisce la traccia di chiusura, ad opera dei soli Peròn e Gizard, altrettanto folle ed ispirata, quasi a voler chiudere un cerchio.
È tutto il disco però a mantenere una qualità altissima e soprattutto un’omogeneità impressionante (circostanza che caratterizzava anche il precedente lavoro), nonostante si vedano sempre all’opera formazioni differenti alla prese con territori differenti. Le sessions in cui compare Agathe Gizard, tra le artiste più gettonate nel disco, sono caratterizzate da una vena folk che ricorda tanto i God Is My Co-Pilot (tracce #4, #6, #20, quest’ultima con Mat Pogo alla voce), quanto le Two Foot Yard di Carla Kihlstedt in versione più free (tracce #2, #11, #8). Ma è un improvvisazione tout court quella posta in essere da questo collettivo: non mancano infatti momenti più cervellotici, come l’impro-rock della traccia #5 in cui troviamo il collettivo (quasi) al gran completo, tra cui il batterista di Gorge Trio, Colossamite e Iceburn Collective, Chad Popple (all’opera anche ai piatti nella traccia #14 in compagnia del chitarrista Jeff Gburek), così come non mancano gli istinti più rock (la tracce #7 e #12, quest’ultima una vera scheggia), nonché alcuni scampoli di pura avanguardia (#13). Bellissime infine l’elettroacustica dei ‘duo’ Frank Szardenings/JD Zazie (#3) e Gastogne Lagaffe/Jeff Gburek (#16), il jazz sensuale di #15 e quello definitivamente free di #18 e #17 (quest’ultima un’improvvisazione di sole voci, ad opera di Agathe Gizard e Mat Pogo).
In definitiva, un disco prezioso.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 12/5/2010
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2010 ...

`Il crollo della stufa centrale´  

`Folkanization´  

`Babirussa Capibara´  

`Compassione e risentimento´  

`Improvisations 1-4´  

`C'est la dernière chanson´  

`The angular acceleration of light in the unsound mind of my uncle dead in Michigan´  

`At The Cut´  

`And´  

`The impossible story of Bubu´  

`Lake Effect´  

`Renegades´  

`6 canzoni´  

`Erimos´ // `Kapnos´  

`A Guide To The Music Of The 21st Century´  

`PIVIXKI´ // `End of Daze´  

`Comunicato n.2´  

`The Modern Expressing Machines Of Revolutionary Youth Laboratory´  

`Kristallivirta´ // `Monsters & Miasmas´ // `Little things´ // `Live at the LUCREZIA´ // `Tron´ // `Conference of the aquarians´  

`Controverso´  

`Sleepless Night´ / `Marit´  

`Pantagruele´  

`Abisso del passato 1 & 2´  

`Brewed in Belgium´  

`La Chanson de Mai´  

`Anche i Cinghiali Hanno la Testa´  

`A Little May Time Be´  

`You A Lie´  

`Cardinal´  

`Lamo La Stiabe´  

`To Humble a Nest´ // `Days´  

`Voices´  

`When The Rains Come´ // `Live at Cox 18, 17-10-2009´  

`Cono di ombra e luce´ // `Serendipity´  

`Sicotronic Records´  

`Il tempo dei lupi´  

`Someday I will be called upon regarding matters of tone - Collected Works: Volume One´  

`Dead man’s bones featuring the Silverlake conservatory of music children’s choir´  

`The Science of Chaotic Solutions´  

`The mutant affair´ // `Le politiche del prato´  

`ricamatrici´  

`Il Nuovo è Al Passo Coi Tempi´  

`Ode´  

`Larkin Grimm And Rosolina Mar´ // `Last Days Vol. II´  

`Noble Art ´  

`Yawling Night Songs´  

`Maddalena, Maria´  

`Twig and Twine´  

`Qui Jiang Lu´  

`Video Music´  

`III° Tagofest´  

`Sliptong´ // `Hazentijd´  

`Agaspastik´ // `Zero Centigrade´  

`Sui´  

`Black Lotos´ // `Silence Is The Only Music´ // `We Were The Phliks´ // `Celestial Flowings´  

`Infininiment´  

`La musica rock-progressiva europea´  

`La Vergine e la Rivoluzione´  

`da nessuna parte´  

`L’ultimo re´ // `Live at Arci Blob´  

`Distances´  

`ん´  

`Protoplasmic´  

`Doves Days in Palermo´ // `Diospyros´ // `Hyaline´  

`We’ve tried nothing and we’re all out of ideas´  

`Il fuoco´  

`24/01/2010´  

`Rrrruuuunnnniiii´  

`The carpenter´  

`Populargames´  

`Helen Money´ // `In Tune´  

`Holy Broken´  

`Orastanne´ // `Live @ LHUBrificio´  

`Ovations´  

`Rid the Tree of its Rain´  

`Il Nuovissimo Mondo´  

`E’ltica, Sermony Your Nihilism´  

`Dante Concert´  

`Tales From The Sky (H) Earth´ // `Meditation On Mystery Bird´ // `God Has A Dog Dog Has A God´  

`Kreuzung Zwei (Creatura Per Creaturam Continetur)´  

`Notte di mamma´  

`Multitude´  

`Sator´  

`Ghostly Garden´  

`Guano padano´ // `Musica per Ciarlatani Ballerine e Tabarin´  

`The Venetian Book of the Dead´  

`I Could not Love You More´  

`Fractal Psych-obsessions For Rural Chaos´  

`Sunlight & Water´  

`Razoj´  

`The World of Make Believe´  

`Siamo Nati Vegetali´  

`Popular Greggio´  

`We Are All Counting On You, William´  

`Iron Kim Style´  

`Kc´  

`The Road´  

`Fortresses´  

`Stateless´  

`Comfortable problems´  

`Extreme Dreaming´ // `Disco Blu´  

`Ai Piedi del Monte´  

`Seasick Blackout´  

`Mid Summer At The Winters´  

`In Absentia´  

`15 Improvisations for Solo Electric Guitar´ // `12 Improvised Compositions for Solo Electric Guitar´  

`Alle Basi della Roncola´  

`Scarnoduo´  

`Dna ep´ // `Hangover the top´ // `Made flesh´ // `Three hundred´  

`Sequens´ // `Hums´  

`Im Not As Good At It As You´  

`From The Wooden Floor´  

`Electric babyland´  

`Durée´  

`Volume 3 - r.u.g.h.e.´ // `Volume 4 – Onde´ // `Volume 5 - Demon Cycle, 1-9´  

`Progress/Regress´  

`Beurk´  

`Songs About Music´  

`In due corpi´  

`Tempesta di fiori´  

`Alive and Rising´ // `III´ // `Malelieve´  

`Yellow´ // `Drawings / Back To The Plants´ // `Alchemy´  

`Sold Out! (25 Soundtracks)´  

`Chicken Feet (Live at the Bimhuis)´  

`Never Pet A Burning Dog´  

`Low Sun / High Moon´  

`Phonometak #7´  

`Tube Overtures´  

`Music in Four Movements´  

`The City Of Simulation [14 audio-visual poems]´  

`Waiting For The Darkness´  

`L'isola´  

`Clan´  

`Our Prayer´ // `Up To Earth´  

`Harold Nono / Hidekazu Wakabayashi´  

`Tajga´  

`Techno Lovers´ // `Karel Thole´  

`Instruments of the Devil´