`Il Nuovo è Al Passo Coi Tempi´

Autore disco:

K-Conjog

Etichetta:

Snowdonia (I)

Link:

myspace.com/kconjog
www.sinewaves.it/s3p012.htm
www.sinewaves.it/s3p026.htm

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2009

Titoli:

1)Attenti al Cane 2) Ippopotami 3) La Naturale Decadenza Delle Cose… è un B-Movie! 4) Cultura Pop (è solo una questione di contesto) 5) Uno stupido 6) Per un Pugno di Fagioli 7) Distesa 8) Il Pensiero Resta Sempre da Solo 9) Una Canzone Semplice

Durata:

46:44

Con:

Fabrizio Somma

Ludiche plunderfonie

x sergio eletto

Rilasciati un paio d’ep digitali su Sinemp3 che lo inserivano nell’agorà della musica elettronica lo-fi di stampo autechriano e ambient, Fabrizio Somma / K-Conjog taglia il nastro sulla lunga distanza, e fa perdere – quasi – completamente il filo con le proprie origini frequenziali. Con casa Snowdonia serve una ghiottoneria plunderfonica farcita con loopperie da rigattiere, svagata, in copula ad un polistrumentismo smanettone; giacché ne “Il Nuovo è Al Passo Coi Tempi” favoleggia e esplora parallelamente lo spettro di chitarra acustica, ukuele, piano, laptop, campionatori, field recordings… cani!
Nulla di cervellotico, e neppure nada de nada che l’uomo non abbia mai avuto l’ardire di sentire, ma la cotta a primo pelo vede quale imputata l’accurata instabilità con cui scorrono l’uno sull’altro i pezzi, scendendo a patti con un approccio giocherellone alla – non - materia concreta che fa il verso alla space-age e viceversa; strabuzzando la scrittura al miscelante susseguirsi di cani che latrano in compresenza di replicanti beat farfalloni, scialacquati dentro sonori malandrini a base di paperette e cartoni animati, richiamati all’ordine da un epilogo minimal-cameristico-swing (il Fatboy Slim vs Filmworks di Attenti al Cane); ai trilli, ai miagolii e a chissà quale altro abitante animale strappato da qualche palude che fa da liason tropicale ad una notte satolla di cucciolate melodiche irreali, beat temperati e voci diafane in ralenti (Ippopotami). K-Conjog affetta e infetta tutto: è un Senor Cocunut ilare al ritmo di rumba e tranci orchestrali, calcati e ricalcati fino all’apoteosi, con tanto di degna standing ovation prima della spirata finale (Cultura Pop); provoca qualche sbadiglio nel proporre un paio di assaggi bucolici, muovendosi da una parte con un folkettino da camino della nonna, molto intimista (Uno stupido), e finendo con l’altra per fare il verso al Jim O’ Rourke - appena ritrovato - di “Eureka” (Per un Pugno di Fagioli), ma si riprende subito calandosi nei panni del languido sognatore (Distesa), nonché in quelli del capillare fabbricante di fragili, semplici e disarmanti landscapes elettroacustici da pace dei sensi (Il Pensiero Resta Sempre da Solo); ispessendo un disegno astrale con granuli di contemporaneità concatenati dalle note stormite di un piano preparato (Una Canzone Semplice), dolce e profondo come il sonno di un bambino.
“Il Nuovo è Al Passo Coi Tempi”, pur con le sue defaiances, ha tutto il diritto per essere già uno dei piccoli grandi culti dell’anno; vicino nel tempo rispolvera un altro gioiellino del cut&paste che potrebbe fargli da cugino maggiore, il solitario “Sprut” su Tzadik composto dalla meteora Giustino Di Gregorio, ma mirando maggiormente ad un taglio che sia ludicamente infantile e vaporoso.
Altri input, una marea, a partire dall’amabile Erik Satie, e proseguendo con Bernard Parmegiani, Luc Ferrari, lo Zorn da soundtrack, il folkness, la poptronica sci-fi, il funky, la leggerezza da vaudeville…


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 3/4/2010
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2010 ...

`Il crollo della stufa centrale´  

`Folkanization´  

`Babirussa Capibara´  

`Compassione e risentimento´  

`Improvisations 1-4´  

`C'est la dernière chanson´  

`The angular acceleration of light in the unsound mind of my uncle dead in Michigan´  

`At The Cut´  

`And´  

`The impossible story of Bubu´  

`Lake Effect´  

`Renegades´  

`6 canzoni´  

`Erimos´ // `Kapnos´  

`A Guide To The Music Of The 21st Century´  

`PIVIXKI´ // `End of Daze´  

`Comunicato n.2´  

`The Modern Expressing Machines Of Revolutionary Youth Laboratory´  

`Kristallivirta´ // `Monsters & Miasmas´ // `Little things´ // `Live at the LUCREZIA´ // `Tron´ // `Conference of the aquarians´  

`Controverso´  

`Sleepless Night´ / `Marit´  

`Pantagruele´  

`Abisso del passato 1 & 2´  

`Brewed in Belgium´  

`La Chanson de Mai´  

`Anche i Cinghiali Hanno la Testa´  

`A Little May Time Be´  

`You A Lie´  

`Cardinal´  

`Lamo La Stiabe´  

`To Humble a Nest´ // `Days´  

`Voices´  

`When The Rains Come´ // `Live at Cox 18, 17-10-2009´  

`Cono di ombra e luce´ // `Serendipity´  

`Sicotronic Records´  

`Il tempo dei lupi´  

`Someday I will be called upon regarding matters of tone - Collected Works: Volume One´  

`Dead man’s bones featuring the Silverlake conservatory of music children’s choir´  

`The Science of Chaotic Solutions´  

`The mutant affair´ // `Le politiche del prato´  

`ricamatrici´  

`Il Nuovo è Al Passo Coi Tempi´  

`Ode´  

`Larkin Grimm And Rosolina Mar´ // `Last Days Vol. II´  

`Noble Art ´  

`Yawling Night Songs´  

`Maddalena, Maria´  

`Twig and Twine´  

`Qui Jiang Lu´  

`Video Music´  

`III° Tagofest´  

`Sliptong´ // `Hazentijd´  

`Agaspastik´ // `Zero Centigrade´  

`Sui´  

`Black Lotos´ // `Silence Is The Only Music´ // `We Were The Phliks´ // `Celestial Flowings´  

`Infininiment´  

`La musica rock-progressiva europea´  

`La Vergine e la Rivoluzione´  

`da nessuna parte´  

`L’ultimo re´ // `Live at Arci Blob´  

`Distances´  

`ん´  

`Protoplasmic´  

`Doves Days in Palermo´ // `Diospyros´ // `Hyaline´  

`We’ve tried nothing and we’re all out of ideas´  

`Il fuoco´  

`24/01/2010´  

`Rrrruuuunnnniiii´  

`The carpenter´  

`Populargames´  

`Helen Money´ // `In Tune´  

`Holy Broken´  

`Orastanne´ // `Live @ LHUBrificio´  

`Ovations´  

`Rid the Tree of its Rain´  

`Il Nuovissimo Mondo´  

`E’ltica, Sermony Your Nihilism´  

`Dante Concert´  

`Tales From The Sky (H) Earth´ // `Meditation On Mystery Bird´ // `God Has A Dog Dog Has A God´  

`Kreuzung Zwei (Creatura Per Creaturam Continetur)´  

`Notte di mamma´  

`Multitude´  

`Sator´  

`Ghostly Garden´  

`Guano padano´ // `Musica per Ciarlatani Ballerine e Tabarin´  

`The Venetian Book of the Dead´  

`I Could not Love You More´  

`Fractal Psych-obsessions For Rural Chaos´  

`Sunlight & Water´  

`Razoj´  

`The World of Make Believe´  

`Siamo Nati Vegetali´  

`Popular Greggio´  

`We Are All Counting On You, William´  

`Iron Kim Style´  

`Kc´  

`The Road´  

`Fortresses´  

`Stateless´  

`Comfortable problems´  

`Extreme Dreaming´ // `Disco Blu´  

`Ai Piedi del Monte´  

`Seasick Blackout´  

`Mid Summer At The Winters´  

`In Absentia´  

`15 Improvisations for Solo Electric Guitar´ // `12 Improvised Compositions for Solo Electric Guitar´  

`Alle Basi della Roncola´  

`Scarnoduo´  

`Dna ep´ // `Hangover the top´ // `Made flesh´ // `Three hundred´  

`Sequens´ // `Hums´  

`Im Not As Good At It As You´  

`From The Wooden Floor´  

`Electric babyland´  

`Durée´  

`Volume 3 - r.u.g.h.e.´ // `Volume 4 – Onde´ // `Volume 5 - Demon Cycle, 1-9´  

`Progress/Regress´  

`Beurk´  

`Songs About Music´  

`In due corpi´  

`Tempesta di fiori´  

`Alive and Rising´ // `III´ // `Malelieve´  

`Yellow´ // `Drawings / Back To The Plants´ // `Alchemy´  

`Sold Out! (25 Soundtracks)´  

`Chicken Feet (Live at the Bimhuis)´  

`Never Pet A Burning Dog´  

`Low Sun / High Moon´  

`Phonometak #7´  

`Tube Overtures´  

`Music in Four Movements´  

`The City Of Simulation [14 audio-visual poems]´  

`Waiting For The Darkness´  

`L'isola´  

`Clan´  

`Our Prayer´ // `Up To Earth´  

`Harold Nono / Hidekazu Wakabayashi´  

`Tajga´  

`Techno Lovers´ // `Karel Thole´  

`Instruments of the Devil´