`Insect tracks´

Autore disco:

Bachi da pietra

Etichetta:

Wallace Records, Boring machines (I)

Link:

www.bachidapietra.com/

Formato:

LP + DVD

Anno di Pubblicazione:

2010

Titoli:

1) Per la scala del solaio 2) Andata 3) Notte delle blatte 4) Casa di legno 5) Mestiere che paghi per fare 6) I suoi brillanti anni ‘80 7) Strada verso incisa 8) Prostituisciti verme (medley)

Durata:

39:59

Con:

Giovanni Succi, Bruno Dorella

Aspettando “Quarzo”

x Daniele Guasco

Aspettando “Quarzo”, il nuovo album dei Bachi da pietra previsto per questo autunno, viene dato allo stampe questo “Insect tracks”, testimonianza audio-visiva di un concerto di questo duo meraviglioso tenutosi nel luglio 2009 al teatro Dimora dell’arboreto di Mondaino.
Ricordo ancora quando al festival della poesia di Genova (o forse a Musica nelle valli) dell’anno scorso Giovanni mi parlò di questo pogetto con grande entusiasmo. Ora che ho tra le mani il lavoro finito non posso che considerare quell’euforia contenuta visto lo splendido risultato raggiunto.
Registrato da Francesco Donadello dei Giardini di Mirò con tecnica monofonica anni ’50, questo album live riesce non solo a catturare perfettamente l’essenza dei concerti dei Bachi da pietra, ma anche a rendere il suono ancora più scarnificato ed essenziale, più viscerale e vischioso di quanto già era sui tre dischi per ora prodotti da questo gruppo. Le sensazioni e la magia dei concerti dei Bachi viene così perfettamente catturata, “Insect tracks” è un lp da ascoltare in silenzio, facendosi rapire, sia dalle composizioni note che dalle bellissime tracce inedite, perdendosi nel canto e nella chitarra di Succi e ondeggiando con i ritmi scheletrici di Dorella.
Se già questo basterebbe e avanzerebbe a promuovere totalmente questo disco dal vivo, si aggiunge anche il Dvd realizzato da Rizoma film e basato sulle riprese di Luigi Conte, che non solo testimonia con perfetta essenzialità il concerto contenuto nel disco, ma racconta anche il procedimento di registrazione effettuato da Donadello e la stampa del vinile, dando quindi ancora maggior interesse al video.
“Insect tracks” è quindi un lavoro splendido, una testimonianza perfetta e appassionata capace di suscitare emozioni non solo a chi già conosce e segue da tanto i Bachi da pietra, ma anche a chi vuole avvicinarsi a questa che si rivela sempre di più come una delle migliori poposte musicali italiane degli ultimi anni, e si arriva alla fine sia del disco che del dvd con la voglia di averne ancora, e ancora, e ancora…


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 4/4/2011
  Torna al Menù Principale
 Archivio dell'anno 2011 ...

`High Violet´  

`Tibi´  

`Hologramatron´  

`Repas Froid´ // `Jeanne´ // `Hystérie Off Music´  

`Choose´  

`Live´ // `1/4´  

`Black Tar Prophecies 4´  

`Three´  

`Treize Onze Douze´ // `Reflet´ // `11:48 – 09:01´  

`The Haunting Triptych´  

`The Halfduck Mystery´  

`Forgotten Realm´  

`We Recruit´ // `It’s raining on one of my islands / Le petit chaperon beige´  

`Clam, Dolenter´  

`C’est La Dernière Chanson Tour – August 2009´ // `He Would Come Home Through The Window, Job In Hand´  

`Byznich´ // `Live At Radio Kairos / Reminder´ // `From The Tale Of Pigling Bland´  

`Last Tango in Paris (the music of Gato Barbieri & Jazztangos)´  

`A Book Of Songs For Anne Marie´  

`Third segment´  

`Your Future Our Clutter´  

`Lost´  

`A Song To The City´  

`Invocalizations´  

`Conspiracy´  

`Selamatkan Bumi (Save the Planet)´  

`Daily Birthday´  

`Insect tracks´  

`Margareth, Frank and the Bear´  

`Illuminate´  

`Lieu´ / `Detrimental dialogue´  

`Sunset to Sunrise´  

`『海辺より (From Seaside)´  

`Estremo Oriente Mediocre Occidente´  

`Baba - Festival di Arti Eccentriche e Culture Esplose - 2010´  

`FreeFall´  

`Dancing judas´ / `News from Belgium´  

`Getting Closer´  

`Folia´ // `Rebetika´  

`No Room For The Weak´  

`Amirbar´  

`Ordine ’91 – ’96´  

`Re-Conditioned´  

`Charlie The Bold´  

`Bootstrap Paradox´  

`Gravissima´  

`As a Leaf or a Stone´  

`Heraclite´  

`Lakefront´  

`Onrushing Cloud´  

`Quarzo´  

`Phonometak #8´  

`Repas Froid´ // `Ante-Mortem´ // `Les Comores´  

`Qualcosa nel mio Piccolo´  

`Same Difference´  

`La macarena su Roma´  

`Chronophage´  

`Zwei´  

`Bacco´  

`Night Kitchen – an hour of ruined piano´ // `Capsizing Moments´  

`Il gioco del silenzio´ // `Come sta Annie?´  

`Hazey Tapes - ep´  

`Closer to the small/dark/door´  

`The red giant meets the white dwarf´  

`In movimento´ // `Mixing Berries´ // `Il funerale della ninfea´  

`Bar<->Bari´  

`Concrete Songs´  

`Foam and Souls´  

`Chàsm' Achanès (Huge Abyss)´  

`The Rough And Rynge´  

`Tank´  

`Inertiadrome´ // `Renditions´ // `AM/FM´ // `8-inch #4´ // `Kriiskav Valgus´ // `MoHa! / Tape That split 10-inch´  

`Qua 'ndo lu cautu se mori´  

`Wow´  

`Live at Bloom 22/2/2011´  

`Goatness´  

`Jeanne Of The Dark´  

`Waspnest´ // `UpSet´  

`Accordion Koto´  

`Less Action, Less Excitement, Less Everything´  

`Mangiare!´  

`Notes for the synthesis´  

`The Ambush Party´ // `KA DA VER´  

`Electronicgirls Vol # 1´  

`Whale Heart, Whale Heart´  

`Nijika´  

`(Oversteps)´ // `Gravitoni´ // `Oleva´ // `it’s a musthang / midnight mutant´  

`Have a Nice Trip´  

`Anemici: sangue dalle rape´  

`Teem´  

`Auk/Blood´ // `Sinaa´  

`Mail From Fushitsusha´ // `You Should Prepare To Survive Through Even Anything Happens´  

`I’m Not Like You´  

`Deepwater Blackout´  

`Indivenire´  

`0509´ // `Astrana´ // `# 1´  

`Živili´  

`Lost Bags´  

`Death By Water´  

`Tutti dicono guardiamo avanti´  

`La foce del ladrone´  

`Wanna be Dino´ // `Delay Jesus ‘68´  

`Canzoni dalla voliera´  

`TNZR001´  

`Now That It's The Opposite, It's Twice Upon A Time´  

`Frontiera´  

`大罐 Big Can´  

`月球专用音乐 Music for Listening to the Moon´  

`Somewhere Out There´  

`Il Rombo Strozzato - impro ensemble´  

`Zzolchestra´  

`Galactic Boredoms´  

`Super Axel Dörner´ // `Lohn & Brot´  

`Pineda´  

`L’Italia nelle canzoni´