`Il Rombo Strozzato - impro ensemble´

Autore disco:

Autori Vari

Etichetta:

Autoproduzione (I)

Link:

ilrombostrozzato.wordpress.com
www.myspace.com/scatolesonore

Email:

Formato:

Cd-r // Cd-r

Anno di Pubblicazione:

2011

Titoli:

1) Impro Ensemble Giovedì 16 Dicembre ‘10 // 1) Impro Ensemble Giovedi 20 Gennaio ‘11

Durata:

34: 56 // 30:00

Con:

Above the Tree, Alessandro Calbucci, Francesco Rosati, Francesco Saguto, Marco Carcasi, Giordano G // m tabe, Francesco Rosati, Francesco Saguto, Marco Carcasi, Giordano G

improvvisata di nicchia

x s.e.

«Sbattersi e suonare davanti a 4 individui, editare cdr dalla tiratura di 50/60 copie. Perché fai questo? Per il piacere dell’amplesso occasionale? Per irrisolte problematiche d’ego? Accogli nel tuo mondo, l’idea che, fare arte, abbia una valenza terapeutica?»
Questa sequela di domande, postate sul blog de “Il Rombo Strozzato”, presenta meglio di qualsiasi recensione l’animo irriducibile che guida l’entourage capitolino di Scatole Sonore & Co., ritornato in auge nel biennio ‘10/’11 con una nuova rassegna di arte e suono la quale, giusto nel momento in cui scrivo, vede l’avvicinarsi dell’ultima serata della stagione (18 Maggio) con un live-set di Marcello Magliocchi e Gianni Lenoci. Anche per questa volta, viene mantenuta in vita la tradizione del supporto, dedicato a documentare esclusivamente le registrazioni comprendenti la consueta ‘ammucchiata finale’ all’insegna dell’improvvisazione totale.
In questo caso, la prima adunata improv targata 16 dicembre 2010 si schiude senza fretta, e lo fa tramite un soffice bastione di microwave, abbracciando nel cammino dinoccolati giochi a-ritmici cagionati dal Calbucci, i quali abbracciano alla perfezione quel composto ‘deturpante’ quanto implodente, condito con insistenti cambi di tensione e volume, schermati arpeggi della chitarra, ultrabassi, oscillanti rumoreggi frequenziali. Esteticamente, spunta l’idea di una combinata vincente tra il circuito odierno dell’improvvisazione portoghese e le taglienti azioni del caro industrial.
La serata del 20 Gennaio è un fiore che, come sopra, sboccia placidamente, generando con la sua scia di apparente tranquillità una serena cavità dai tratti onirici, dove i suoni acustici difendono il loro equilibrio interiore grazie all’opera delle chitarre, librate tra giochi d’improvvisazione classicheggiante e scorticate rarefazioni (avant) blues; l’elettronica, seminata con latenza e indiscrezione, raggiunge il suo picco di bellezza attraverso calibrate propagazioni di loop vocali. Semplicemente delizioso.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 12/11/2011
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2011 ...

`High Violet´  

`Tibi´  

`Hologramatron´  

`Repas Froid´ // `Jeanne´ // `Hystérie Off Music´  

`Choose´  

`Live´ // `1/4´  

`Black Tar Prophecies 4´  

`Three´  

`Treize Onze Douze´ // `Reflet´ // `11:48 – 09:01´  

`The Haunting Triptych´  

`The Halfduck Mystery´  

`Forgotten Realm´  

`We Recruit´ // `It’s raining on one of my islands / Le petit chaperon beige´  

`Clam, Dolenter´  

`C’est La Dernière Chanson Tour – August 2009´ // `He Would Come Home Through The Window, Job In Hand´  

`Byznich´ // `Live At Radio Kairos / Reminder´ // `From The Tale Of Pigling Bland´  

`Last Tango in Paris (the music of Gato Barbieri & Jazztangos)´  

`A Book Of Songs For Anne Marie´  

`Third segment´  

`Your Future Our Clutter´  

`Lost´  

`A Song To The City´  

`Invocalizations´  

`Conspiracy´  

`Selamatkan Bumi (Save the Planet)´  

`Daily Birthday´  

`Insect tracks´  

`Margareth, Frank and the Bear´  

`Illuminate´  

`Lieu´ / `Detrimental dialogue´  

`Sunset to Sunrise´  

`『海辺より (From Seaside)´  

`Estremo Oriente Mediocre Occidente´  

`Baba - Festival di Arti Eccentriche e Culture Esplose - 2010´  

`FreeFall´  

`Dancing judas´ / `News from Belgium´  

`Getting Closer´  

`Folia´ // `Rebetika´  

`No Room For The Weak´  

`Amirbar´  

`Ordine ’91 – ’96´  

`Re-Conditioned´  

`Charlie The Bold´  

`Bootstrap Paradox´  

`Gravissima´  

`As a Leaf or a Stone´  

`Heraclite´  

`Lakefront´  

`Onrushing Cloud´  

`Quarzo´  

`Phonometak #8´  

`Repas Froid´ // `Ante-Mortem´ // `Les Comores´  

`Qualcosa nel mio Piccolo´  

`Same Difference´  

`La macarena su Roma´  

`Chronophage´  

`Zwei´  

`Bacco´  

`Night Kitchen – an hour of ruined piano´ // `Capsizing Moments´  

`Il gioco del silenzio´ // `Come sta Annie?´  

`Hazey Tapes - ep´  

`Closer to the small/dark/door´  

`The red giant meets the white dwarf´  

`In movimento´ // `Mixing Berries´ // `Il funerale della ninfea´  

`Bar<->Bari´  

`Concrete Songs´  

`Foam and Souls´  

`Chàsm' Achanès (Huge Abyss)´  

`The Rough And Rynge´  

`Tank´  

`Inertiadrome´ // `Renditions´ // `AM/FM´ // `8-inch #4´ // `Kriiskav Valgus´ // `MoHa! / Tape That split 10-inch´  

`Qua 'ndo lu cautu se mori´  

`Wow´  

`Live at Bloom 22/2/2011´  

`Goatness´  

`Jeanne Of The Dark´  

`Waspnest´ // `UpSet´  

`Accordion Koto´  

`Less Action, Less Excitement, Less Everything´  

`Mangiare!´  

`Notes for the synthesis´  

`The Ambush Party´ // `KA DA VER´  

`Electronicgirls Vol # 1´  

`Whale Heart, Whale Heart´  

`Nijika´  

`(Oversteps)´ // `Gravitoni´ // `Oleva´ // `it’s a musthang / midnight mutant´  

`Have a Nice Trip´  

`Anemici: sangue dalle rape´  

`Teem´  

`Auk/Blood´ // `Sinaa´  

`Mail From Fushitsusha´ // `You Should Prepare To Survive Through Even Anything Happens´  

`I’m Not Like You´  

`Deepwater Blackout´  

`Indivenire´  

`0509´ // `Astrana´ // `# 1´  

`Živili´  

`Lost Bags´  

`Death By Water´  

`Tutti dicono guardiamo avanti´  

`La foce del ladrone´  

`Wanna be Dino´ // `Delay Jesus ‘68´  

`Canzoni dalla voliera´  

`TNZR001´  

`Now That It's The Opposite, It's Twice Upon A Time´  

`Frontiera´  

`大罐 Big Can´  

`月球专用音乐 Music for Listening to the Moon´  

`Somewhere Out There´  

`Il Rombo Strozzato - impro ensemble´  

`Zzolchestra´  

`Galactic Boredoms´  

`Super Axel Dörner´ // `Lohn & Brot´  

`Pineda´  

`L’Italia nelle canzoni´