`I Noitasi Inoi´

Autore disco:

Davide Tidoni

Etichetta:

Trovarobato

Link:

www.trovarobato.com/

Formato:

CD-R

Anno di Pubblicazione:

2007

Titoli:

1) 1N 2) 2N 3) 3N 4) 4N 5) 5N 6) 6N 7) 7N 8) 8N

Durata:

73:46

Con:

Davide Tidoni, Enzo Cimino

musica da toccare e con cui giocare

x Matteo Uggeri

«“I Noitasi inoi” è una composizione non lineare che prevede una partitura comportamentale da seguire in fase d’ascolto». Ciò significa che per ogni brano l’ascoltatore dovrebbe, anziché starsene spaparanzato sul divano con le cuffie in testa, alzarsi, muoversi, spostare le casse dello stereo, posizionarsi di fronte o anche addosso ad esse, tenerle in mano, muoverle e manipolarle.
Un po’ come fanno i ragazzini quando comminano per strada con lo shuffle iPod insomma, passando da un brano all’altro senza sapere che cosa stanno ascoltando.
Ebbene, in un primo momento ho considerato questa bizzarra opera di Davide Tidoni un qualcosa di molto concettuale, un dadaismo per intellettuali annoiati, o forse una provocazione contro la passività d’ascolto della generazione mp3. Tutte cose che potrebbero comunque valere, ma che lo renderebbero – se mi consentite l’espressione poco professionale – poco simpatico. Invece i disegnini, il packaging raffinatissimo (non si riesce a descriverlo, anche perché è bello da toccare e da guardare, con tutto il suo cartone grezzo da imballaggio), le stesse foto sul sito, il fatto che se uno vuole il disco se lo scarica ma lo chiede personalmente a Davide via mail (trovata semplice ma che apprezzo parecchio), fanno sì che questo disco sia considerabile anche sotto altre più ludiche ottiche. Senza poi contare che a livello sonoro non è niente male nella sua radicalità: ogni traccia è il suono di singoli oggetti manipolati in più maniere, per circa una decina di minuti ogni volta, senza effetti, senza sovraincisioni, senza fronzoli. Roba che farebbe impallidire i fan della morente Alluvial, etichetta storica del field e object recordings più puro, e quindi musici del calibro di John Hudak o Dale Lloyd, per fare degli esempi. Ovvio che non si tratta di un disco facile, ma mai come in questo caso vien da dire «e chi se ne importa». È un gioco, e come ogni gioco dura di più e da più soddisfazione se è difficile. Io, confesso, complice anche un mal di schiena sempre dietro l’angolo, non mi sono esibito negli esercizi consigliati (c’è pure un cartoncino con un dado da costruire per sorteggiare il brano-esperienza), ma anche solo seduto come un bonzo sul divano mi sono goduto i settantaquattro minuti di strofinamenti e rotolamenti, con un’attenzione speciale per il frammento in cui il microfono pare lottare con una bomboletta di schiuma da barba.
Voglio Tidoni in TV.


click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 20/3/2009
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2009 ...

`Nasprias Cave´ // `Utopos´  

`Caves´  

`Breathing gadgets´ // `Alter.tenacio´ // `Irrelevance.aif ´  

`Poets And Pornstars´  

`Branded On My Skin´  

`Letters´  

`Bitter Sweet´ // `Hi Bi No Ne´  

`Interference´ // `Chromatophore´  

`Lili Refrain´  

`Soundpostcards´ // `We Could for Hours´ // `The First Born´  

`A Hull full of Oil´  

`Songs to Defy´  

`Homework´  

`Cascades´  

`Laminae´  

`Songs for Zev Asher Before He's Dead´  

`Merveilles´  

`24 Pictures at an Exhibition, 2005´ // `Licht Himmel´ // `Five Electrical Walks´  

`Lonius´ // `frcture´  

`Hated By Butterflies´ // `Research´  

`Domenica 12 ottobre in Melbourne´  

`Rmxd By Daniele Brusaschetto´  

`Lifeline´  

`The Harmony Of Contradictions´  

`Where has it gone, all the beautiful music of our grandparents? It died with them, that’s where it went...´  

`I Noitasi Inoi´  

`Kane-i-kokala´  

`Cheap Material Music´ // `The Bujùn Freak Show´ // `Voodoo Rewark & Video´  

`Money’s On Fire´  

`10 Taxonomical Movements´ // `Animali´  

`Invite The Spirit 1983´ // `Invite The Spirit 2006´  

`Beyond Quantum´  

`Pink Violin´  

`Fortune´ // `Arezzzo, Libreria Universitaria Leggere / 23 Ottobre 2008´  

`Il Debutto´  

`Schönberg Pierrot Lunaire – Cheap Imitation´ // `Volksmusik´  

`Casa´  

`The Silence Of Love´ // `Faces In The Rocks´  

`Revolutionary Ensemble´  

`Jeff Carey´s MoHa!´ // `One-Way Ticket To Candyland´  

`Helium Bliss´  

`Silver Shoals of Light´  

`Out of space festival of performance + sound installation....´  

`4 Sonatas For Electroacoustic Thoughts´  

`Dark Horses EP´  

`The Private Language Problem (New Electro-acoustic Compositions, 2001-2007)´  

`Live At L’Usine´  

`ExAlto´  

`The Rest, I Leave To The Poor´  

`Seductive Sabotage´ // `The Mystery of guests´ // `Rigop Me´  

`Tarlo Terzo´  

`PhonoMetak Split 10-inch Series´ // `Avorio erotic movie´ // `Garage Blu´  

`Experimental Open Session @SPM Ivan Illich´  

`This Coming Gladness´  

`Centre Of Mass´  

`The Footpath´  

`To Extend The Visibility´  

`X-mas party´  

`Gadamer´  

`Lauluja surun kaaresta´ // `Aalto´  

`La Quarta Dimensione´  

`Gariga´ // `Asp/Sec_´  

`Rhaianuledada (Songs To Sissy)´  

`Salvate il mio maglione dalle tarme´  

`Dark Night´  

`120 Midtown Blues´  

`Creek Caught Fire´  

`Night time recordings from Göteborg´  

`Estado Líquido´ // `Armiarmak´  

`Libro Audio´  

`Be Glad You Are Only Human´  

`Great Surround´  

`Musica per un anno´ // `Musica endoscopica´  

`Rumor Vincit Omnia´  

`Po(p)tential´  

`Quartet´  

`IIII\II´  

`xNObbQx / Harshcore split´  

`Between Love and Hate´  

`Tutti i colori del silenzio´  

`Still Life With Commercials´  

`Yuan´  

`Weeds´  

`Musicforshipwrecks´  

`Gala Drop´  

`Patterns of Plants II´  

`Relive´  

`Discard Hidden Layers?´ // `Realgar´  

`On War´  

`An Embassy to Kokus and Korus´  

`The House on the Causeway´  

`Old Red City (Live at Crash)´ // `Gluck Auf´  

`Lendormin Live´  

`Burning With Your Old Joy In The Terminal Sun´  

`Without Sinking´  

`Ci diamo allo sperimentale?´  

`Turra´  

`Sings´  

`Ecosphere´  

`Details not Recorded´  

`Si si´  

`In Field & Town´  

`Supper´  

`The End of the Empire´  

`Porte d’octobre´  

`Bootleg Series I´ // `Bootleg Series II´  

`Canaries on the Pole #2´ // `Clair Obscur´  

`Fire Department and Rescue Squad´  

`Standards (Brussels) 2006´  

`Volume 1´  

`Web Edition Series´ // `Black Corner (After The Beat Sessions)´  

`Stompa og stine´ // `Amber´ // `Le Lieu´ // `New sad epilogue of my nice electronic composer´ // `Copie´  

`Separations´ // `Split CD´ // `Seven Ways´ // `Truth Behind The Curtain´ // `Grains´  

`Facial´  

`Gluck Auf´  

`From Now On´ // `Light´  

`Im Innersten´  

`Ki-date´  

`2008.5.1 Akihabara Club Goodman, Tokyo´ // `Ichi to Ichi ga Kasanatte Shimaumade´ // `Live February 21, 2008´ // `Live DVD Atak Night 3´  

`Miss Dove Mr. Dove´  

`To Be Still´  

`Pappelallee 5´  

`Balera Metropolitana´  

`The Webster Cycles´ // `Occasional Music´  

`Gravida´  

`Amon vs. Mortar´ // `Ustrina´  

`Without You I’m Napping´  

`Success Planetarie International´  

`Ichi to Ichi to Ichi ga Kasanatte shimaumade – Live at Mission’s´  

`Shall I Download A Blackhole And Offer It To You´  

`La vedova di un uomo vivo´  

`Hey! Tonal´  

`Il tempo … tra le nostre mani, scoppiaaaaaaaaaaaaaaaaa!´ // `Eclipse´  

`El osceno pàjaro de la noche´ // `Escape´ // `Live in Oblomova´  

`Conic Folded´  

`Tutto Bano´  

`Collected Works´ // `We could for hours´ // `Thoughts melt in the air´ // `Crash test one´  

`Spiral´  

`Scum From The Sun´  

`Before You Left´  

`Il De’ Metallo´  

`Wounded Breath´  

`I’m Normal, My Heart Still Works´  

`String Quartets [1 & 2]´  

`Local Customs´  

`Class Insecta´  

`Sfortuna´  

`Electronics´  

`Procession Of The Great Ancestry´ // `Compassion´ // `America´  

`The 21st Century Hard-Y-Guide-Y Man´ // `Reverb´ // `Saa Mannakada Donna Kanji´ // `Ashita arufabetto ga, kiete shimaimasu yo ni´  

`Growing Heads Above The Roof´  

`Live at Novarajazz 2009´