`El osceno pàjaro de la noche´ // `Escape´ // `Live in Oblomova´

Autore disco:

Aspec(t) // Tonino Taiuti // Tuner+

Etichetta:

FF HHH (B) // Autoprodotto (I) // Autoprodotto (I)

Link:

www.myspace.com/aspirale
www.ffhhh.be

Formato:

CD-R

Anno di Pubblicazione:

2009

Titoli:

1) l’osceno uccello della notte 2) il segno rosso del coraggio 3) little boy 4) M2HB 5) M2HBB // 1) 2008-09-05 14:56 2) ferro grasso 3) 2008-09-17 17:26 4) spirit blue // 1) tm 2) mt 3) mvt 4)

Durata:

33:27 // 45:26 // 38:22

Con:

Mario Gabola, Maurizio Argenziano, SEC_ // Tonino Taiuti // Maurizio Argenziano, Tonino Taiuti

improvvisazione di alto livello

x Alfredo Rastelli

Non conosce sosta l’attività degli A Spirale che dopo anni e anni di gavetta iniziano a raccogliere tutti gli ottimi frutti che hanno seminato, e prova ne sono questi tre progetti che li vede coinvolti a vario titolo.
Figlio della ricca attività dal vivo degli A Spirale nell’ultimo anno è certamente “El osceno pàjaro de la noche” a nome Aspec(t), trio che vede due terzi della band napoletana, ovvero Mario Gabola e Maurizio Argenzano, impegnati in efferate improvvisazioni con SEC_, al secolo Mimmo Napoletano, artista elettronico partenopeo. Il disco, dal dichiarato omaggio, nella copertina, a “Machine Gun” di Brotzmann, è un assalto selvaggio alle fondamenta nel noise, del jazz e dell’improvvisazione radicale. Il sax indiavolato, la chitarra free-noise, l’elettronica terrorista di SEC_ plasmano mezz’ora di irruente e devastato free-jazz, come se Axel Dorner jammasse con i Borbetomagus, kid 606 e gli Aufgehoben. È musica devastante (l’osceno uccello della notte e il segno rosso del coraggio), sperimentale (little boy), nonché (addirittura) ricca di sfumature (M2HB e M2HBB). Imperdibile.
Membro esterno degli A Spirale (ma non solo) è ormai da tempo Tonino Taiuti (attore di teatro, musicista e chi più ne ha più ne metta), il quale con “Escape” si autoproduce il suo primo disco solista, frutto di un lavoro concettuale e di una notevole ricerca strumentale che va avanti ormai da alcuni anni. Taiuti si produce in lunghe suite in cui l’elettroacustica si sposa con l’improvvisazione, tra trovate soniche e ricerca melodica. Tonino prepara gli strumenti, cattura e campiona i suoni, inventa nuove soluzioni sonore e le assembla con lucidità e sensibilità dal forte impatto. Le corde vengono percosse, grattate, i suoni distorti e reinventati; ne scaturisce così una serie di landscapes, sospesi e decompressi, che esplodono in improvvisi lampi di liricità (meravigliosa l’anima blues della finale spirit blue, perfetta sintesi di tutto il Taiuti pensiero).
Chiudiamo l’escursus con l’esordio dei Tuner+, duo composto da Maurizio Argenziano e Tonino Taiuti (già all’attivo peraltro con varie produzioni di indubbio spessore). I due si confermano affiatatissimi in questo nuovo progetto, ripreso dal vivo (c’è anche un video contenuto nel cd) in una session all’Oblomova in Napoli. Il disco è composto da tre lunghe improvvisazioni alla chitarra elettrica, suonata da Argenziano e da Taiuti in mille modi possibili. Il suono è un delirio di sferragliante potenza (tm, tra Dead C, Aufgehoben, Moha!) ed improvvisazione più calibrate (mt e mvt tra Keith Rowe, Annette Krebs e alcune produzioni oinko); entrambi i chitarristi hanno fatto della ricerca sonica la loro cifra stilistica (in particolar modo Argenziano, mentre per Tonino, come detto, la ricerca è stata a più ampio raggio) e queste tre improvvisazioni sono il risultato (o meglio, uno dei risultati) di questa assidua ricerca (da non perdere è la visione della traccia video contenuta nel cd, un gioiellino di musica legata all’arte performativa). Delirio sonico, potenza fisica, abilità tecnica, inventiva senza freni, sono queste le caratteristiche di un duo che pur conoscendo pause di riflessione (vedi la seconda traccia e terza traccia, più cervellotiche e ‘rilassate’) non cede mai il passo a cali di intensità. Paurosi.


click to enlarge!click to enlarge!

click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 28/10/2009
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2009 ...

`Nasprias Cave´ // `Utopos´  

`Caves´  

`Breathing gadgets´ // `Alter.tenacio´ // `Irrelevance.aif ´  

`Poets And Pornstars´  

`Branded On My Skin´  

`Letters´  

`Bitter Sweet´ // `Hi Bi No Ne´  

`Interference´ // `Chromatophore´  

`Lili Refrain´  

`Soundpostcards´ // `We Could for Hours´ // `The First Born´  

`A Hull full of Oil´  

`Songs to Defy´  

`Homework´  

`Cascades´  

`Laminae´  

`Songs for Zev Asher Before He's Dead´  

`Merveilles´  

`24 Pictures at an Exhibition, 2005´ // `Licht Himmel´ // `Five Electrical Walks´  

`Lonius´ // `frcture´  

`Hated By Butterflies´ // `Research´  

`Domenica 12 ottobre in Melbourne´  

`Rmxd By Daniele Brusaschetto´  

`Lifeline´  

`The Harmony Of Contradictions´  

`Where has it gone, all the beautiful music of our grandparents? It died with them, that’s where it went...´  

`I Noitasi Inoi´  

`Kane-i-kokala´  

`Cheap Material Music´ // `The Bujùn Freak Show´ // `Voodoo Rewark & Video´  

`Money’s On Fire´  

`10 Taxonomical Movements´ // `Animali´  

`Invite The Spirit 1983´ // `Invite The Spirit 2006´  

`Beyond Quantum´  

`Pink Violin´  

`Fortune´ // `Arezzzo, Libreria Universitaria Leggere / 23 Ottobre 2008´  

`Il Debutto´  

`Schönberg Pierrot Lunaire – Cheap Imitation´ // `Volksmusik´  

`Casa´  

`The Silence Of Love´ // `Faces In The Rocks´  

`Revolutionary Ensemble´  

`Jeff Carey´s MoHa!´ // `One-Way Ticket To Candyland´  

`Helium Bliss´  

`Silver Shoals of Light´  

`Out of space festival of performance + sound installation....´  

`4 Sonatas For Electroacoustic Thoughts´  

`Dark Horses EP´  

`The Private Language Problem (New Electro-acoustic Compositions, 2001-2007)´  

`Live At L’Usine´  

`ExAlto´  

`The Rest, I Leave To The Poor´  

`Seductive Sabotage´ // `The Mystery of guests´ // `Rigop Me´  

`Tarlo Terzo´  

`PhonoMetak Split 10-inch Series´ // `Avorio erotic movie´ // `Garage Blu´  

`Experimental Open Session @SPM Ivan Illich´  

`This Coming Gladness´  

`Centre Of Mass´  

`The Footpath´  

`To Extend The Visibility´  

`X-mas party´  

`Gadamer´  

`Lauluja surun kaaresta´ // `Aalto´  

`La Quarta Dimensione´  

`Gariga´ // `Asp/Sec_´  

`Rhaianuledada (Songs To Sissy)´  

`Salvate il mio maglione dalle tarme´  

`Dark Night´  

`120 Midtown Blues´  

`Creek Caught Fire´  

`Night time recordings from Göteborg´  

`Estado Líquido´ // `Armiarmak´  

`Libro Audio´  

`Be Glad You Are Only Human´  

`Great Surround´  

`Musica per un anno´ // `Musica endoscopica´  

`Rumor Vincit Omnia´  

`Po(p)tential´  

`Quartet´  

`IIII\II´  

`xNObbQx / Harshcore split´  

`Between Love and Hate´  

`Tutti i colori del silenzio´  

`Still Life With Commercials´  

`Yuan´  

`Weeds´  

`Musicforshipwrecks´  

`Gala Drop´  

`Patterns of Plants II´  

`Relive´  

`Discard Hidden Layers?´ // `Realgar´  

`On War´  

`An Embassy to Kokus and Korus´  

`The House on the Causeway´  

`Old Red City (Live at Crash)´ // `Gluck Auf´  

`Lendormin Live´  

`Burning With Your Old Joy In The Terminal Sun´  

`Without Sinking´  

`Ci diamo allo sperimentale?´  

`Turra´  

`Sings´  

`Ecosphere´  

`Details not Recorded´  

`Si si´  

`In Field & Town´  

`Supper´  

`The End of the Empire´  

`Porte d’octobre´  

`Bootleg Series I´ // `Bootleg Series II´  

`Canaries on the Pole #2´ // `Clair Obscur´  

`Fire Department and Rescue Squad´  

`Standards (Brussels) 2006´  

`Volume 1´  

`Web Edition Series´ // `Black Corner (After The Beat Sessions)´  

`Stompa og stine´ // `Amber´ // `Le Lieu´ // `New sad epilogue of my nice electronic composer´ // `Copie´  

`Separations´ // `Split CD´ // `Seven Ways´ // `Truth Behind The Curtain´ // `Grains´  

`Facial´  

`Gluck Auf´  

`From Now On´ // `Light´  

`Im Innersten´  

`Ki-date´  

`2008.5.1 Akihabara Club Goodman, Tokyo´ // `Ichi to Ichi ga Kasanatte Shimaumade´ // `Live February 21, 2008´ // `Live DVD Atak Night 3´  

`Miss Dove Mr. Dove´  

`To Be Still´  

`Pappelallee 5´  

`Balera Metropolitana´  

`The Webster Cycles´ // `Occasional Music´  

`Gravida´  

`Amon vs. Mortar´ // `Ustrina´  

`Without You I’m Napping´  

`Success Planetarie International´  

`Ichi to Ichi to Ichi ga Kasanatte shimaumade – Live at Mission’s´  

`Shall I Download A Blackhole And Offer It To You´  

`La vedova di un uomo vivo´  

`Hey! Tonal´  

`Il tempo … tra le nostre mani, scoppiaaaaaaaaaaaaaaaaa!´ // `Eclipse´  

`El osceno pàjaro de la noche´ // `Escape´ // `Live in Oblomova´  

`Conic Folded´  

`Tutto Bano´  

`Collected Works´ // `We could for hours´ // `Thoughts melt in the air´ // `Crash test one´  

`Spiral´  

`Scum From The Sun´  

`Before You Left´  

`Il De’ Metallo´  

`Wounded Breath´  

`I’m Normal, My Heart Still Works´  

`String Quartets [1 & 2]´  

`Local Customs´  

`Class Insecta´  

`Sfortuna´  

`Electronics´  

`Procession Of The Great Ancestry´ // `Compassion´ // `America´  

`The 21st Century Hard-Y-Guide-Y Man´ // `Reverb´ // `Saa Mannakada Donna Kanji´ // `Ashita arufabetto ga, kiete shimaimasu yo ni´  

`Growing Heads Above The Roof´  

`Live at Novarajazz 2009´