`Yours Gray´

Autore disco:

Sawako

Etichetta:

and/OAR (USA)

Link:

www.and-oar.com
homepage.mac.com/oto_s

Formato:

CD

Anno di Pubblicazione:

2004

Titoli:

1) As:unacir 2) A Message From Bed Of The Sea 3) Petit Garçon 4) Hole 5) Cache Cache 6) Night Midlight 7) Go To Ocean

Durata:

36:27

Con:

Sawako, Asuna, Kuwayama Kiyoharu, Mitchell Akiyama, Toshimaru Nakamura, A. Hayato, .hofli, Irie, Yuichiro Fujimoto, Kyoko Hasegawa

un mito

x e. g. (no ©)

Sawako Kato è uno dei pochi personaggi culto di questo inizio millennio, e lo è perché, a conti fatti, combacia perfettamente con esso, con le sue istanze, con i suoi percorsi e con la sua silhouette.
Ha saputo gestire alla perfezione la propria immagine attraverso la diffusione di CD-R autoprotti, la partecipazione a compilation in mp3, la pubblicazione in alcune delle CD-R labels più apprezzate, la creazione di un sito personale molto curato ed efficace, i contatti con le realtà indipendenti di tutto il pianeta… Questa giovane ragazza giapponese è in grado di insegnare a molti come si può fare, facendolo bene, il manager di se stesso. I flyers che accompagnano il suo materiale promozionale sono di una completezza e di un ordine perfetti, con annotazioni brevi e semplici sul materiale stesso e, in più, particolareggiate informazioni sulla sua attività passata, presente e futura… una manna piovuta dal cielo per chi deve scriverne.
Kato Sawako ha saputo cogliere lo spirito dei tempi ed ha utilizzato al massimo quelle che sono le possibilità offerte da un mezzo potente come Internet. Un’autentica ‘tokyo digital mutation girl’, come recitano le parole chiave poste alle porte d’ingresso del suo mondo virtuale.
Sono questi i motivi di un successo spropositato, non rispetto alla qualità, ch’è reale, ma rispetto a una produzione musicale che, a conti fatti, è praticamente prossima allo zero.
Perché, posso affermarlo per esperienza, una recensione su Internet di un suo CD-R, magari stampato in sole 300 copie, riceve molte più visite di una recensione a un disco di David Sylvian, e posso assicurarvi che non si tratta affatto di cliccate dell’artista o dei suoi amici. La conclusione non può essere che una: il popolo di Internet ama questa ‘tokyo digital mutation girl’.
Ho scritto di ‘una produzione prossima allo zero’ e mi spiego meglio. Il CD-R ha motivo di esistere solo per basse tirature, quindi una produzione basata esclusivamente su quel tipo di supporto non può certo raggiungere un pubblico così numeroso da giustificare la notorietà raggiunta dalla ragazza. Inoltre questo tipo di supporto non viene trattato dalla maggior parte della stampa, e quando viene preso in considerazione è guardato come materiale di serie B o, peggio ancora, è esaminato in modo equivoco, senza spiegare affatto di cosa si tratta. La maggior parte dei distributori, poi, non accetta in consegna i CD-R.
Buona parte della pubblicità, se mai, gli è venuta dai pezzi piazzati su Internet. Ma anche di questi se ne parla poco, e allora vuol dire che esiste un tipo di pubblico evoluto, in grado di muoversi in modo autonomo rispetto alla critica, alla promozione e alla pubblicità (cose che, spiace dirlo, a volte fanno corpo unico). La giapponese ha probabilmente intuito la consistenza di questi ascoltatori, ha saputo raggiungerli tramite una penetrazione a ‘rete’ ed ha fatto leva sul loro gusto per costruire una sua piccola mitologia.
Questo CD rappresenta l’opportunità di allargare una cerchia di pubblico già consistente, un’opportunità che non vale solo per l’autrice ma anche per l’etichetta, anch’essa rimasta confinata, fino a ieri, nell’universo della piccola produzione su CD-R, e non è un caso fortuito che la and/OAR abbia deciso di puntare proprio su Sawako per tentare il salto di ‘categoria’. La ‘tokyo digital mutation girl’ non delude infatti le aspettative e sfrutta nel modo migliore l’occasione che le viene offerta, e fin dalla lista delle collaborazioni raccolte è possibile capire quanta accuratezza c’è dietro alla produzione di “Yours Gray”.
La scelta dei pezzi, che privilegia sette tracce medio-brevi, è estremamente felice. La struttura pacata e artigianale, morbida ma non languida, è affidata a pochi tratti distintivi, e ne prendono forma acquarelli dai colori tenui, come le foto che adornano la confezione, o come forme irreali di paesaggi visti al lume di luna piena, magari coperti da un manto di neve, con i colori che assumono un carattere magico e fantastico, mentre nello sfondo è possibile udire il crepitio del silenzio. Arte semplice, povera, arte del quotidiano, del vissuto, impressioni dettate da uno sguardo attento alla nuance del mondo… arte impressionista e, dopo tanto espressionismo, ce n’era davvero bisogno.
I brani sono tutti costruiti con registrazioni concrete, una spolverata di pianoforte processato, un pizzico di onde corte radio, voci quanto basta… poesia delle piccole cose che si tinge d’immenso. Gli episodi più curiosi rispondono ai titoli di Petit Garçon, con l’autrice che scrive di aver dimenticato quali suoni ha utilizzato, Cache Cache e Go To Ocean, entrambi assemblati con field recordings raccolti nei pressi di una galleria dove, e mentre, suonava ‘Toshi’ Nakamura.
I percorsi di Sawako vengono paragonati a quelli di Sophie Calle e Wim Wenders, ma io vedrei bene un parallelo con la produzione solista di Valerio Tricoli, un altro giovane che sta finalmente trovando la sua dimensione nel grande universo della musica. Comprate questo disco e tenetelo stretto insieme a tutti i CD-R autoprodotti di Sawako, se siete riusciti a metterci le mani, perché il futuro è dalla sua parte.


click to enlarge!click to enlarge!

click to enlarge!click to enlarge!
Data Recensione: 26/11/2004
  Torna al Men Principale
 Archivio dell'anno 2004 ...

`A Compressed History of Everything Ever Recorded,Vol.1´  

`Ala.Cali.Tucky´  

`Allt Hänger Samman´  

`A Movie Without Images´  

`Aprotic´  

`Archival 1991´  

`Arc, Live @ SWR Freiburg – 18.04.00´ // `Land, Live @ Rausch - 05.11.02´  

`Ataxia´  

`A Temperament For Angels´ // `From Shelter´ // `The City The Wind Swept Away´ // `Los Tigres De Marte´  

`Atlanta´  

`A Tribute´  

`Bananafish #17´  

`Berlin Strings´  

`Black American Flag´  

`Black Immure (Music from the Casa de Serralves in Twelve Phases)´  

`Blues Du Jour´  

`Brackwater´  

`Bridges´ // `Building Blocks´  

`Broken Distant Fragrant´ // `tu m' And The Magical Mystery Orchestra´ // `Lib. Fabric Compilation´  

`Bucato´  

`Cancroregina´  

`Cesura´  

`Chemistry´  

`Chris Forsyth, Chris Heenan´  

`Città Sottili / Slender Towns´  

`Compositions For Guitars´  

`Contre-plongée [six cuts for string quartet]´  

`Cough´  

`Costarring From Cherry Farm 01´  

`Creature Comforts´ // `Miles of Smiles´  

`Cuatro + Vocal Recordings´  

`Delay On My Pillow´ // `L’incandescence de l’étoile´ // `La neige attend la neige´  

`Dell’universo assente´  

`Des Gestes Défaits´ // `63 Apparitions´  

`Destinations´  

`Die Instabilität der Symmetrie´  

`Die Zeit. Eine Gebrauchsanweisung. / Entleibung (Part 1, Part 3)´  

`Disc 1 + [Inherited And Partially Transmitted]´  

`Div/orce Series 1´  

`djTRIO´  

`domizilvsantifrostlive´ // `Encyclopedia-RW´  

`Dorsal´ // `7X4X7´ // `Tidszon´  

`Dripping´  

`Drive By´  

`Drums Along The Pacific´  

`Durch Und Durch´  

`E_A.Sonata.02´  

`EN´  

`Enomísossab´  

`EP C´  

`Eruption´  

`Escape Songs´  

`Europe 2002´  

`Fata Morgana´  

`Fire Chorus´  

`Flashlight Seasons´  

`Floating Point´  

`Flux´  

`For The Time Being´  

`Friendly Fire´  

`Further Consequences Of Reinterpretation´  

`Garage#5 - Zwischen Bild und Ton´  

`Giorgio Rigon´  

`Harmonica F’ever´ // `Albúmina Blues´ // `North And South Neutrino´ // `Live In Chicago´ // `Whistling Kettle Quartet´ // `10.000 Chickens Symphony´  

`Hikari Yami, Uchitokeaishi, Kono Hibiki´ // `Koko´ // `This Melting Happiness - Want You To Realize That It Is Another Trap´  

`Hudson Riv´  

`Ianus´ // `Aus Freien Stücken´  

`If night is a weed and day grows legs´  

`Immaterial 2´  

`In Attesa, nel labirinto´  

`Interaktionen´  

`I/O´  

`Iris´  

`Janna´  

`January´  

`....Just Arrived´  

`Kesto´  

`Lat_Nc´  

`La vera macchina d’argento´ // `Medves´  

`Law Speed´  

`Lead Singer´  

`Le Désastre. L’Humanité! (Monochrome Block Circuits)´ // `Maternage, part-object, contingency, casuality, horrible memories, negation ... & blind!´  

`Le spectre de la rose´  

`Lesson No. 1 [Bonus Track]´  

`Like A Packed Cupboard But Quite…´ // `Now There’s A Weird Taste In My Mouth´  

`Live At Audio Art Festival 03´  

`Live at Cafe Independants – Friday 23 January 2004´  

`Lost Marbles´  

`Louden Up Now´  

`Mammal Class´  

`March(e)ingegno Sonoro´  

`Material´ // `3e Jour´  

`Memoirs Of Four Discarded Objects´  

`Metafonie´  

`Miles Mix Files´ // `La città è piccola di notte e mi sento un cane´ // `2=X´  

`Mit Dem NMUI in so 36 '79´  

`Moltitudine in labirinto´  

`Momentan Def.´  

`More Gloom, More Light ´ // `Nmperign + Dorner, Beins´ // `We devote every effort to offer you the best that you deserve to have for your enjoyment´  

`Mount Washington´ // `Team Up´  

`Mujo´  

`Musica Reticolare´  

`My Favorite Strings´  

`N'ecoutez Pas On´  

``Next´ Let’s Try Changing The Shape´ // `Black Blues´ // `Black Blues´ // `Undecided´  

`No Furniture´  

`No man put asunder´ // `(untitled 7-inch)´  

`No Need To Be Lonesome´  

`North Six´ // `Never Give Up On The Margins Of Logic´  

`Not Overtly Orchestral´  

`Nu Frequency´  

`Oberfläechenspannung´  

`Object Set And Motion´  

`Objects 1, 2, 3, 4, 5 e 6´  

`One Mutant Minute: Based On Noto's 747´  

`Organ And Silence´  

`Organic Resonance´  

`Papercuts´ // `Jon Mueller, Bhob Rainey & Jim Schoenecker´  

`Parallel Easters´  

`Pea Soup´  

`Pigs Of The Roman Empire´  

`Pink Shark´ // `The Planet: Transport´ // `TV Pow. Powerful Friends And Devoted Lovers´  

`Plans´  

`Pollen´  

`Polvere´  

`Prakriti´ // `Transmutations´  

`Process And Passion´  

`Product´  

`Product 02´  

`Q´ // `Which Side Are You On´  

`Quatro-Eronic-Occupy Theme’s Part II´  

`Quien Sabe?´  

`Radiale´  

`Radio Amor´  

`Rampotanza Grodo Rempelente´ // `Sosina Arada Mica´  

`Real Hair´ // `Behind The Barber´  

`Reazioni pilomotorie´  

`Recorded Live At EF Gallery/Bar, March 18th, 2004´  

`Red v Green´  

`Rejoicing In The Hands´  

`Rhythm Science: Excerpts and Allegories from the Sub Rosa Audio Archive'  

`River Through Howling Sky´  

`rjctd::nw´  

`Room With Sky´  

`Rosolina Mar´ // `EAReNOW´  

`Rostock - Namur´  

`Rubble 1´  

`Rumeur´  

`Rumors... Of War´  

`Sachiko M & Sean Meehan´  

`Sedia´  

`Semi Peterson´  

`Sguardi Sonori 2004´  

`Six Residua´  

`Skadha'  

`So In Love´  

`Solo [3]´ // `Percussionist Songs´ // `Miramar´ // `Berlin Drums´  

`Songs For Nicolas Ross´  

`Soundchambers´  

`Space Hymn – The Complete Capitol Recordings´  

`Stella del mare´  

`Stille Post´  

`Still Important Somekind Not Normally Seen (Always Not Unfinished)´  

`Strange Love´  

`Summerisle´  

`Sung Tong´  

`Superfici Sonore #3: IXEM – Firenze 25 26 27 Giugno 2003´  

`Tape/Operette – opera remixes´  

`Ten´  

`Tesa Musica Marginale´  

`The Allegorical Power Series Volume VII, December 2003´  

`The Bolomo Mogal F Hits´  

`The Collected Poem For Blind Lemon Jefferson´  

`The Complete 10-inch Series From Cold Blue´  

`The Dessert´  

`Themes´  

`The Power Of Del te´  

`The Psyche´  

`The Real New Fall LP (Formerly `Country On The Click´)´  

`The Sweetness Of The Water´  

`The Thing Like Us´  

`The Third Mind´  

`The Well Of Memory´  

`Three Overpopulated Cities Built By Short-Sighted Planners, An Unbalanced And Quite Dangerous Airport And An Abandoned Church´  

`Tiger Trush´ // `Funny Rat´ // `48´ // `Loose Community´ // `Bon Voyage!´  

`Time-based Landascapes´  

`Tirets´ // `Intimations´ // `Three Tracks´  

`To Be An Animal Of Real Flesh´  

`Trebly´ // `Live At The Nervous Center´  

`Trios´  

`Two Novels: Gaze / In The Cochlea´  

`Unstable Friends´  

`Untitled#150´  

`Venice´  

`Void´ / `Full´  

`Vokál´  

`Weather Report´  

`Weightless Animals´  

`Welcome To My World´  

`Wet Summertime Bodies Play Harps Inside Snow Banks´  

`Why Everything Ended Here?´  

`Würm´  

`You Fail Me´  

`Young Prayer´  

`Yours Gray´  

`Yuletide´ // `Forcefields And Constellations´  

`Zehn Tage (Touka)´  

`13 Friendly Numbers´  

`18 Monkeys On a Dead Man’s Chest´  

`2CD´  

`2 Foot Yard´  

`(As Is Started.. Before Konwn)´  

`Σ / Frühruin´